ASSO VELA
 
RSS Feed
 
06/11/2018 CAMPIONATO AUTUNNALE PELORITANO

Campionato Autunnale Peloritano
Capo d'Orlando Messina
Domenica 4 Novembre

Extra 1 e Swasa si confermano in testa a Capo d'Orlando

Immediatamente dopo i tremendi e tragici nubifragi che hanno colpito la Sicilia, Capo d'Orlando offre un intensa giornata di gara che al suo termine regala purtroppo una sola prova ma uno splendido sole.
Si inizia puntuali dopo che il Comitato piazza il campo in prossimit del Marina per motivi di spettacolo.
Oggi presente Sekeles, che altro non che il pluridecorato M37 Low Noise con il nuovo nome, e Forbidden Colours, Comet 51 con a bordo tantissimi elementi di Endlessgame e come tattico Gabriele Bruni, l'allenatore della fortissima squadra olimpica italiana dei Nacra 17. Massimo Barranco non si scompone pi di tanto, carica a dovere l'equipaggio di Extra 1 e guida al meglio il giovanissimo timoniere Andrea Marotta, alle sue prime esperienze in Altura dopo anni ed anni di Optimist ai massimi livelli.

Trovare posto in partenza non certo facile, nessuno cede spazio, anzi sembrano tutti galvanizzati dalla presenza di tanti nomi illustri. Sfruttando tutta la loro potenza escono bene allo start Extra 1 e Sekeles, tallonati dalla piccola ma agguerritissima Polluce della Marina Militare.
Occorre liberarsi subito delle coperture e viaggiare in vento pulito, perch l'aria va smorzandosi. Su Extra 1 non si sbaglia niente e conduce la flotta, ma Sekeles troppo vicino. Occorre mettere spazio per evitare che il computer compensi a favore dell'M37. Nel frattempo tra i Gran Crociera lotta tra Swasa ed Altair , con il sorprendente equipaggio femminile di Aida che li tallona con massima attenzione. Il vento decide di fermarsi, si crea un incredibile grumo di vetroresina alla boa 2 e l'organizzazione del Velaclub non pu far altro che fermare la prova e spostare il campo pi al largo.

Si rid la partenza e di nuovo il gruppo compatto. Extra 1 e Sekeles partono in boa, Forbidden Colors alla barca Comitato, il copione identico alla prova di prima. Si deve riconoscere che tutte le 22 barche oggi presenti danno il massimo per guadagnare metro su metro in queste condizioni cos estreme. Anzi sono proprio i Gran Crociera a sorprendere di pi perch, con attenzione, riescono a fare avanzare bene le barche sfruttando ogni refolo.

Spunta il sole, arriva l'estate, ma il vento va di nuovo via.

Pochi minuti ed il Comitato salpa tutto. Si porta il campo al largo dove le profondit diventano di 200/250 metri. La splendida cornice delle Isole Eolie pi vicina. Gli sforzi vengono premiati. Si riparte per la terza volta e per la terza volta Extra 1 detta legge. L'equipaggio ha mantenuto la concentrazione dopo ore ed ore snervanti e non sbaglia niente. Chiuder la difficile prova al primo posto, seguito da Sekeles che commette un solo sbaglio, ma tanto basta. Quindi Forbidden Colours. Tra i Gran Crociera affermazione di Swasa, seguita da Altair ed Aida, ottimo quarto Expensive Toy.

In classifica generale, con l'avvento del primo scarto, Swasa conduce tra i Gran Crociera, seguita dall'altra imbarcazione di Riposto Sweet Obsession, quindi Altair.
Tra i Crociera Regata Extra 1 si gode la testa della classifica, almeno per ora. Le assenze di Sekeles e Forbidden Colours nella prima giornata di gara gli lasciano un ampio margine. Non c' comunque da star tranquilli eccessivamente poich l'organizzazione del Velaclub assicura sempre tante prove e con gli scarti futuri la classifica potr stravolgersi. Intanto, con merito, al secondo posto si piazza sul podio il combattivo equipaggio di Kika, mentre sul terzo gradino staziona Polluce della Marina Militare.

Prossime prove Domenica 18 Novembre, probabilmente si correranno prove costiere oltre che bastoni.

Francesco Macaluso

Forbidden Colours (clicca per ingrandire) - foto Vivienne Nuccio


Altre News
07/11/2018 ROMA: INIZIATO IL CLINIC FIV MINI 6.50
07/11/2018 ROUTE DU RHUM: ANDREA MURA VERSO TERRA?
06/11/2018 CAMPIONATO AUTUNNALE PELORITANO
06/11/2018 AL VIA L'INVERNALE DEL GOLFO DI NAPOLI
06/11/2018 MELGES 40 GRAND PRIX 2018: AL VIA L'ULTIMA SFIDA
 
  Copyright © 2005/2018 ASSO VELA | E-mail: info@assovela.it